Biografia

Claudia Quintieri è nata a Roma nel 1975 e si è laureata all’Università La Sapienza di Roma in Lettere e Filosofia con indirizzo Storia dell’Arte Contemporanea. Come artista annovera numerose mostre personali e collettive in gallerie private e musei d’arte contemporanea, a livello nazionale e internazionale. Oltre ad essere artista è anche scrittrice e giornalista. Ha pubblicato i libri La voglia di urlare nel 2012, E così la bambina è caduta nel 2014, Palermo mon amour nel 2020, Raggiro del mondo in 80 anni firmato insieme a Giorgio Fabretti nel 2020 e Poesie di quarantena nel 2021. Dal punto di vista della ricerca letteraria si possono spendere le stesse parole utilizzate per quanto riguarda la ricerca artistica. In arte è specializzata soprattutto nella videoarte, è approdata poi anche alla fotografia. È interessata al tema dell’identità: interiore, spirituale, intima, sociale che vada ad indagare ciò che c’è sotto la pelle del reale nella sua voglia di ricerca e scoperte sempre nuove consonanti con l’idea che sta esprimendo. Ogni video ha uno stile ed una tecnica a sé stanti in base al tema o all’ispirazione del momento, ma comunque sempre nel rispetto della sua idea di identità. I primi video si incentrano sulla visualizzazione di sogni e di ricordi per poi passare a dar vita appunto a riflessioni spesso intime e spirituali o sociali. L’approfondimento del lato intimo e spirituale attraversa tutta la sua opera nella convinzione che nel mondo e nell’arte della nostra contemporaneità vi sia bisogno di una riflessione su queste tematiche. Ma anche i temi sociali sono importanti per dar luogo ad una critica sempre velata a situazioni umane e naturali che partono da una volontà di migliorare il nostro mondo con un contributo che forse rimarrà inascoltato, anche se esiste. La maggior parte delle opere hanno insite delicatezza ed espressività leggere che portano all’astrazione nella fruizione. Il suo è un viaggio verso un’evoluzione che diventa anche personale nella crescita interiore. Il suo sentire parte da suggestioni, emozioni, evoluzioni del pensiero, indagine nella spiritualità, che diventano concreti nelle immagini in movimento. Accarezza, accompagna verso una discesa dentro sé stessi. Come giornalista lavora presso le riviste Inside Art, art a part of cult(ure) e Lebiennali.com. I suoi primi passi da artista sono stati mossi al MLAC – Museo Laboratorio di Arte Contemporanea de La Sapienza di Roma, per approdare poi al Palazzo delle Esposizioni di Roma, alla Galleria ArtMbassy di Berlino, al MAAM – Museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz di Roma, al Museo Bilotti di Rende – Cosenza, all’Indipendent Art Festival – Nexst  a Torino, al Museo MACRO – Museo di Arte contemporanea di Roma, al MAD – Museo D’Arte Diffusa, Museo Emilio Greco, Sabaudia, alla Fiera Artrooms al Church Palace Hotel di Roma, alla Tiny Biennale Temple University Rome Campus, Roma, al progetto WOW presentato al MAXXIMediterraneo di Roma, alla GAM – Galleria d’arte Moderna di Roma, a Le Dame Art Gallery, Melia White House, Londra, alla Galleria Gallerati di Roma, alla Galleria BorghiniArteContemporanea di Roma, al Doral Contemporary Art Museum. È stata finalista del concorso fotografico Switch The Roules di Fondazione Ermanno Casoli e Elica al Pastificio Cerere, Roma ed ha partecipato alla Residenza BoCs Art Cosenza. E tante altre sono state le personali e le collettive. Ha scritto vari testi critici su artisti contemporanei.

Biography

Claudia Quintieri was born in Rome in 1975 and graduated at La Sapienza University of Rome in Literature and Philosophy with a specialization in Contemporary Art History. As an artist she counts numerous solo and group exhibitions in private galleries and contemporary art museums, both in Italy and other contries. Besides being an artist she is also a writer and a journalist. She published “La Voglia di Urlare” in 2012, “E così la Bambina è Caduta” in 2014, “Palermo mon amour” in 2020, “Raggiro del mondo in 80 anni” co-written with Giorgio Fabretti in 2020, and Poesie di Quarantena in 2021. From the point of view of literary research we can use the same words used for artistic research. As concerns art, she was into video art mostly from the beginning, and later she also approached to photography. She’s always been interested by the concept of identity: interior, spiritual, intimate, social that goes to investigate what is under the skin of reality, following her desire for the research and discoveries which have been always new consonants with the idea that the artist was expressing. Each video has its own style and technique based on the pattern or the inspiration of a specific  time, but always respecting its idea of ​​identity. The first videos focus on the visualization of dreams and memories and then move on to give life to reflections that are often intimate and spiritual or social. The deepening of the intimate and spiritual side runs through all his work in the belief that in the world and in the art of our contemporaneity there is a need for reflection on these issues. But also social issues are important to give rise to an always veiled criticism of human and natural situations that start from a desire to improve our world with a contribution that perhaps will remain unheard, even if it exists. Most of her works have inherent delicacy and light expressiveness that lead to abstraction.  Her journey is an evolution that also becomes personal in inner growth. His feeling starts from suggestions, emotions, evolution of thought, investigation into spirituality, which become concrete in the moving images. Her work can bring you in a descent towards oneself. As a journalist she currently works for the magazines Inside Art, Art a part of cult (ure) and Lebiennali.com. His first steps as an artist were taken at MLAC – La Sapienza Museum of Contemporary Art in Rome, and later at the Palazzo delle Esposizioni in Rome, at the ArtMbassy Gallery in Berlin, at the MAAM – Museo dell’Altro e dell’Altrove by Metropoliz in Rome, at the Bilotti Museum in Rende – Cosenza, at the Independent Art Festival – Nexst in Turin, at the MACRO Museum – Museum of Contemporary Art in Rome, at the MAD – Museo D’Arte Diffusa, Museo Emilio Greco, Sabaudia, at the Artrooms Fair at the Church Palace Hotel in Rome, at the Tiny Biennale Temple University Rome Campus, Rome, at the WOW project presented at the MAXXIMediterraneo in Rome, at the GAM – Galleria d’Arte Moderna in Rome, at Le Dame Art Gallery, Melia White House, London, at the Galleria Gallerati in Rome, at the Gallery BorghiniArteContemporanea in Rome, at Doral Contemporary Art Museum. She was a finalist in the Switch The Roules photo contest of the Ermanno Casoli and Elica Foundation at Pastificio Cerere, Rome and took part in the BoCs Art Cosenza Residence. And many others solo and collective exhibits. She’s also written many critical texts on contemporary artists.